MONDIàL (2010)

1- VEGLIONE
2- ANGELO O DIAVOLO
3- EL PIRAGNA
4- LEE L'AMERICANO
5- IL MAGO
6- UN'ALTRA ESTATE
7- LA CHIAPANECA
8- AUTOSTOP
9- STORIA DI UN ABBRACCIO
10- IN THE MARKET

Scarica i testi



 

VEGLIONE

Sabato sera è arrivato, 
cravatta e vestito gessato
Lei si è anche truccata, 
col vestito attillato
Comprato al mercato. 
“Sei proprio una bellezza mozzafiato”.
E allora via in mezzo alla bolgia,
una mazurka una rumba e una polka
un cha cha cha, poi un foxtrot 
un due tre, un due tre, stop!
C’è chi balla che sembra un artista
e una a una le porta là in pista
e delicatamente le stringe ballando
le gambe che si intrecciano nel tango
avanti ad oltranza al veglione 
col vino del barista zoppo
bicchieri vuoti per tutto il salone
e poi tutti insieme nel ballo di gruppo
“Mani sui fianchi, movimento sensuale
corsa all’indietro, corsa in avanti 

e poi dai, saltiamo tutti quanti”
Poi col bicchiere in mano 
si balla un rock di Celentano
E con un movimento d’anca 
un ballo latino-americano
Marisa ha una quinta abbondante 
e poi mette la maglietta aderente
Le ronzano intorno giovani e attempati
ci provano anche gli uomini sposati
Suo marito che viene al veglione 
lui non se ne preoccupa troppo
Al ballo preferisce il bancone
Sta sempre con lo zoppo e fa il coglione
L’orchestra che suona a richiesta
“fammi prima quella e poi questa”
“Quando quando quando” 
“Il tuo bacio è come un rock”
Un due tre, un due tre, stop!
Canzone dopo canzone 
tutto vero niente trucchi sonori
La cantante è in esposizione, 
cosce, culo tette in fuori
Canzone dopo canzone 
fra la Romagna e “YMCA”
fra “Disco Inferno” e “Il Ballo di Simone”
si balla anche lo shake, al veglione
È notte fonda oramai, 
abbiam ballato per ore
“Non sono stanco lo sai, 
ho voglia di fare l’amore”

Top


 

ANGELO  O  DIAVOLO

Se quella è un angelo o un diavolo 
nessuno lo ha capito mai
In fondo si sa molto poco 
o forse niente su di lei
E poi chissà perché va a messa
e si confessa ogni sabato alle tre
Lo sguardo basso su quel crocefisso
in mezzo al suo décolleté
Ma quella è un angelo o un diavolo
Quella è fuoco o avemaria
Assomiglia ad un miracolo
Quando passa per la via
Col vestito attillatissimo
Fa impazzire tutti gli uomini
Alla processione del Corpus Domini
Ma in paese devi avere un mestiere, 

un nome, una mansione
C’è chi per lei ha perso la ragione 

e ha riscoperto la religione
L’esperto poi spiega alla gente 

quanto è intrigante quella là
Che a mani giunte 

mette in mostra tutto quel che ha
Ma quella è un angelo o un diavolo
Quella è fuoco o avemaria
Assomiglia ad un miracolo
Quando passa per la via
Col vestito attillatissimo
Fa impazzire tutti gli uomini
Alla processione del Corpus Domini
Virtù o ipocrisia, e così sia
Virtù o ipocrisia, e così sia

Top


 

EL  PIRAGNA

Lui fa il galante con tutte quante
Ci prova a destra ci prova a sinistra
Le paga il caffè se il marito non c’è
E invita a cena la rossa e la bruna
E offre una rosa alla bella vanitosa
E porta a ballare la bionda prosperosa
La sua fama arriva fino a Bagno di Romagna
E tutti lo chiamano El Piragna
La Lory la Sandra l’Annina la Franca la Stefy e la Merilù
La Dany la Sonia la Fernanda 

che è fatta come dio comanda
Con l’auto fiammante e il sorriso suadente
Il viso abbronzato eternamente
Il telefonino sempre in attività
Giovani, vecchie e di mezza età
Ma il fatto è che nessuno sa
Col mestiere che fa i soldi chi glieli da
Ma anche su per la strada della montagna
Tutte vogliono El Piragna
La Lory la Sandra l’Annina la Franca la Stefy e la Merilù
La Claudia la Vale e la Cristina che fa quella cosa in più
La Sara, la Bea l’Elisina, la Monia, la Tania e la Lulù
La Rosy la Michy e l’Amanda che si dice sia tremenda
Le spose benpensanti ne parlano male
Quelle insoddisfatte dicon che è speciale
Lui non fa distinzione fra il pensiero e l’azione
Se c’è una un po’ bruttina poi chi se ne frega
lui ci prova perché forse ha quel non so che
E le fa i complimenti con tutti i sentimenti
E lei cade ai suoi piedi e di notte lo sogna
Sogna una notte col Piragna
La Lory la Sandra l’Annina la Franca la Stefy e la Merilù
La Carla la Monica e la Caterina innamorata sempre più
La Debora, Vanessa e la Stellina 

la Gianna la Sabri e la Mimì
La Tamy , la Nadia e la signora Vera 

col tatuaggio proprio lì
El Piragna ha una moglie giovane e bella
Che ha rinunciato alla sua vita
Per stare con un uomo che l’ha sempre tradita
E non l’ha mai rispettata
E allora lei veramente si è un po’ stancata
E quando è sola, quindi tutte le sere
Lei esce di casa accende il motore
E va un po’ in giro in cerca d’amore
Giovanni, Marcello e Tonino, Roberto, Franchino e Giosuè
Valerio, Riccardo e Stefanino che la incontra al 23
Silvano, Michele e Mariolone, 

Moreno, Samuele e poi Giùgiù
Pierfederico ci fa il pottone e Svicolone anche di più
Giulio, Adamo, Nicola, Fiorucci, 

Fulvio, Pipino, Giobbe, Paolino

Top


LEE  L'AMERICANO

L’Americano aveva la barba lunga,
Sul viso uno sguardo onesto
E gli occhi scuri sgranati da povero Cristo
Seduto fissando un punto sul muro
La stanza spoglia il letto vuoto
Fra roba usata, cianfrusaglie trovate per strada
Non era facile trovarlo in quel posto lontano
Ad Amsterdam in quel quartiere strano
Pieno di scritte e di gente indifferente o diffidente
Ma questa è per te tu per tutti sei così strano
Vestito di seconda mano ma tu sei solo Lee l’Americano
Suo fratello aveva detto andiamo su
Andiamo a cercarlo perché
Forse è solo, sta male, ha bisogno di me
Perché la vita di un clandestino è dura e inesistente
Senza diritti, assistenza, senza niente
Soltanto una piccolissima stanza
Tornato in America si tagliò la barba e i capelli
Fra libri passeggiate e l’assegno mensile
La spesa, sua madre, una vita normale
Ma questa è per te tu per tutti sei così strano
Vestito di seconda mano ma tu sei solo Lee l’Americano
Io sono con te con te che vivi in un mondo lontano
la tua vita di seconda mano
Ma questa è la vita di Lee l’Americano
l’Americano
Ma stanotte suo fratello piangendo mi ha detto
Che un tipo strafatto che guidava contromano 

ha fatto fuori Lee l’Americano.
Ma questa è per te tu per tutti sei così strano
Vestito di seconda mano ma tu sei solo Lee l’Americano
Io sono con te con te che vivi in un mondo lontano
la tua vita di seconda mano
Ma questa è la vita di Lee l’Americano
l'Americano

Top


IL  MAGO

Impeccabilmente a posto 
giacca nera ed il cappello
Sia a dicembre che ad agosto 
il vestito è sempre quello
Scarpe nere consumate 
le stringhe fatte con lo spago
Attentamente lucidate 
ecco che arriva il Mago
Cinque petali di rosa un rametto di mimosa 

e più bella tu sarai
Sette stelle da contare nelle calde notti chiare
e la tua sposa sognerai
E se poi vai a far l’amore fallo solo i giorni pari
e più felice sarai tu
Per fortuna che la luna è il sole della gioventù
Ciondolante per la strada 
lo sguardo sempre austero
la notte si confonde 
col suo vestito nero
ma si dice che avesse 
conosciuto un po’ di mondo
anche se adesso 
è per tutti un vagabondo
Cinque petali di rosa un rametto di mimosa 

e più bella tu sarai
Sette stelle da contare nelle calde notti chiare
e la tua sposa sognerai
E se poi vai a far l’amore fallo solo i giorni pari
e più felice sarai tu
Per fortuna che la luna è il sole della gioventù
Il mago parla al vento 
col passo lento va su e giù
Nessuno mai lo ascolterà
Perché parla a un mondo 
che da tempo non c’è più
Il mondo ormai sa tutto già
Cinque petali di rosa un rametto di mimosa 

e più bella tu sarai
Sette stelle da contare nelle calde notti chiare
e la tua sposa sognerai
E se poi vai a far l’amore fallo solo i giorni pari
e più felice sarai tu
Per fortuna che la luna è il sole della gioventù
E se poi vai a far l’amore fallo solo i giorni pari
e più felice sarai tu
Per fortuna che la luna è il sole della gioventù
Cinque petali di rosa un rametto di mimosa 

e più bella tu sarai
Sette stelle da contare nelle calde notti chiare
e la tua sposa sognerai
E se poi vai a far l’amore fallo solo i giorni pari
e più felice sarai tu
Per fortuna che la luna è il sole della gioventù

Top


 

UN'ALTRA  ESTATE

Io te a cercare un posto per far l’amore
Senza accorgerci che la notte aveva così poche ore
Pelle nella pelle abbracciati,
Mano nella mano coi vetri tutti appannati
Un’altra estate è andata
E non ritornerà
Ma abbiamo preso tutto il sole
E tutto l’amore che ci dà
L’ultimo bacio poi davanti al tuo portone
Il tuo sorriso l’ultima piccola emozione
Perché tu mi hai dato quel che si può dare
Abbiamo imparato insieme anche a far l’amore
Un’altra estate è andata
E non ritornerà
Ma abbiamo preso tutto il sole
E tutto l’amore che ci dà
Un’altra estate è andata
E non tornerà mai più
Ma non ho paura del tempo
Se in questo tempo ci sarai tu
Ma il tempo tu lo sai
È un concetto relativo
Sembra lento si ma poi
Vola via se non sei vivo
E la luna dice agli amori
Quello che devono fare
Anche a trecento metri
Sul livello del mare
Un’altra estate è andata
E non ritornerà
Ma abbiamo preso tutto il sole
E tutto l’amore che ci dà
Un’altra estate è andata
E non tornerà mai più
Ma non ho paura del tempo
Se in questo tempo ci sarai tu
Se in questo tempo ci sarai tu

Top


 

LA  CHIAPANECA

In quella parte che è già
un po’ Messico e sa
anche d’ America
C’è quel posto un po’ strano
dal sapore di fumo
e di felicità
Fra tequila e Corona
c’è anche chi suona
Fra mambo e bolero
una canzone ranchera
e un cha cha cha
Ballando alla Chiapaneca
Un mondo stupendo con mucho calor
Fuori tempo alla Chiapaneca
Dove si trova di tutto anche l’amor
La señora del bar
ha una certa età
ma ha un trucco da star
Fra tamales rancheros,
burritos, frijoles
e occhi di sole
La señorita lì in posa,
muy pericolosa
Margarita e mezcal
è dolce la vita,
un beso mondial
Ballando alla Chiapaneca
Un mondo stupendo con mucho calor
Fuori tempo alla Chiapaneca
Dove si trova di tutto anche l’amor
La señorita lì in posa,
muy pericolosa
Margarita e mezcal
è dolce la vita,
un beso mondial
Ballando alla Chiapaneca
Un mondo stupendo con mucho calor
Fuori tempo alla Chiapaneca
Dove si trova di tutto anche
Ballando alla Chiapaneca
Un mondo stupendo con mucho calor
Fuori tempo alla Chiapaneca
Dove si trova di tutto anche l’amor

Top


AUTOSTOP

Era un caldo pomeriggio d’estate e di canzoni
Con il pollice alzato e lo zaino pace&amore
Sulla strada e nel cuore voglia di emozioni
La maglietta bianca bagnata di sudore
La strada che bruciava le mie scarpe
Da ginnastica di tela bianca consumate
Con le stringhe un po’ allentate
Compagne silenziose della mia libertà
Il primo andava forte, guidava e non parlava
Io fermo sul sedile, zitto, fissavo la strada
Un altro mi diceva di sua figlia la poetessa
In giro per il mondo alla ricerca di se stessa
Facevo l’autostop, l’importante era andare
Io volevo scoprire il mondo e un posto per sognare
Facevo l’autostop perché volevo andare via
Un calcio alle stesse cose e anche alla monotonia
L’Italia era bella e l’asfalto
Che bruciava sotto il sole di quell’estate
Sembrava evaporare un po’ nord centro sud, 

sud centro nord
E poi incontro quello con la macchina scassata
Ce l’aveva col governo e la società politicizzata
C’era poi una tipa che cercava un po’ d’amore
Facendomi capire se la potessi accontentare
Poi l’Autostrada del Sole 
la Via del Mare il raccordo anulare
Lungo una vecchia provinciale
E poi la tangenziale e la Statale 103
E quelle due ragazze dall’aria trasandata
Forte odore di Patchouli e musica impegnata
Giacca e Ray Ban quelli a goccia 

sguardo indomito da duro
Un altro mi chiedeva “stai pensando al tuo futuro?”
Occhialini alla John Lennon faccia da intellettuale
Mettendomi a sedere gli sgualcii tutto il giornale
Ma quello che cercavo era solo di capire
Perché ci sarà sempre una strada per andare
una strada per andare

Top


 

STORIA  DI UN  ABBRACCIO

IIl ragazzo saliva il sentiero era bello, era biondo
Aveva una vecchia valigia e stava piangendo
La bambina gli chiese
“perché piangi, perché te ne vai, mi dispiace lo sai”
Arrivarono alla via maestra e lui si mise a parlare
“Adesso dai vai a casa ti devo lasciare”
La bambina gli chiese
“ma dove, ma dove vai, e con chi andrai?”
“Vieni, abbracciami forte”, lei lo strinse più forte che mai
E si asciugò gli occhi lucidi,

”sei bellissima stai crescendo sai.
Vedrai tornerò e poi verrò tutti giorni a giocare con te
E correremo giù al fiume solo noi due. Io e te”
Lo sai è arrivata una lettera devo partire
C’è una divisa che aspetta devo obbedire”
La bambina gli disse
“dai resta, ti voglio bene, dai, resta con noi”
Lui si abbassò piano piano e le accarezzò il viso
“Non dire alla mamma che ho pianto ma falle un sorriso”
La bambina gli disse
“stai attento e torna presto se puoi, ti aspetterò”
“Vieni, abbracciami forte”, lei lo strinse più forte che mai
E si asciugò gli occhi lucidi,

”sei bellissima stai crescendo sai.
Vedrai tornerò e poi verrò tutti giorni a giocare con te
E correremo giù al fiume solo noi due. Io e te”
Quell’ abbraccio da sempre mia madre lo porta nel cuore
Ha solo una foto per piangere o per mettere un fiore
Ma sa che la neve per sempre
come un seme dal vento lo proteggerà.
io e te .... io e te.

Top


 

IN  THE  MARKET

Turn off the light it is just a wonderful night
But we are inside of this place
I just can see your beautiful face
Alone in the dark telling stories of a recent past
Doing whatever I feel and I want, 

they can’t tell me do or don’t
bottles of wine, sweets, candles everything’s mine
You know it’s not hard to be me I feel true,
I feel happy and free
Running away like we did yesterday
But now we’re here in the market
No-one can see we can do everything
In this place in the dark
Nothing to say and just new games to play
But sometimes life is tricky
And night is between a day and another day
But the evil man hides behind the corner and pretends
To be just a face in the crowd, to be just a voice in a shout
Words full of hate and he can decide of someone’s fate
Smoothing the edge of a knife
while breathing the smell of a life
of a life
Running away like we did yesterday
But now we’re here in the market
No-one can see we can do everything
In this place in the dark
Nothing to say but just new games to play
But sometimes life is tricky
And night is between a day and another day
Turn off the light it is just a wonderful night
But we are inside of this place
I just can see your beautiful face, your face
Running away like we did yesterday
But now we’re here in the market
No-one can see we can do everything
In this place in the dark
Nothing to say but just new games to play
But sometimes life is tricky
And night is between
And night is between
And night is between a day and another day

Top


All right reserved by gtoclub.it